Home > Consigli, diabete, News > Uddiu, la pandemia!

Uddiu, la pandemia!

E’ già da giugno che l’influenza A (H1N1) viene considerata dall’Organizzazione Mondiale per la Sanità come malattia pandemica. In quella data si è passati allo stato di allerta 6 (il più alto), con tanto di bombardamento mediatico sui rischi di infezione, uso di mascherine, vaccinazione preventiva, etc.. ect…

Pandemic

Uno come me che guarda molti film e tv già si immagina il centro di controllo dell’OMS, le sirene che suonano, i militari che corrono da una parte all’altra con maschere anticontaminazione, i generali riuniti nella stanza dei bottoni che preparano una quarantena a livello mondiale.

Poi torno alla realtà e mi informo un pò meglio –  il che prevede lo spegnere la tv ed accendere i neuroni – e vado a controllare cosa dicono le fonti autorevoli.

Sito ministero della salute: http://www.ministerosalute.it/dettaglio/principaleFocusNuovo.jsp?id=13&area=influenzaA&colore=2

L’11 giugno l’OMS ha ufficialmente dichiarato lo stato di pandemia da nuovo virus influenzale con passaggio alla Fase 6 dei livelli di allerta pandemico, individuati dal Piano di preparazione e risposta alle pandemie influenzali. Lo stato di pandemia indica l’aumentata e prolungata trasmissione del virus nella popolazione in numerosi Paesi del mondo. L’Oms ha sottolineato il carattere “moderato” di questa pandemia. Come precisato dal Vice Ministro Ferruccio Fazio il massimo livello di allerta per la nuova influenza “non è dovuto alla gravità clinica dei sintomi, ma alla grande diffusione geografica del virus”

Si scoprono cose interessanti, del tipo che questa famigerata H1N1  non è altro che una banale influenza, con la sola differenza che si diffonde facilmente.  Sempre l’OMS stabilisce che questa malattia è a rischio moderato per quanto riguarda gli effetti.  La pericolosità quindi è legata al fatto che può colpire parecchie persone con ripercussioni sociali non indifferenti (ovvero migliaia di lavoratori in mutua nello stesso periodo e nella stessa città).

Questi sono i comunicati con cui il Ministero della Salute ha iniziato la vaccinazione preventiva. Inizialmente prevista solo per l’h1n1, ora è stata allargata alla normale influenza stagionale.

http://www.ministerosalute.it/imgs/C_17_comunicati_2431_testo.rtf
http://www.ministerosalute.it/imgs/C_17_comunicati_2460_testo.rtf

h1n1Vengono individuate categorie a rischio, tra cui anche i diabetici. A tal proposito linko questo file con la recente presa di posizione della AMD (Associazione Medici Diabetologi) e di altre associazioni di categoria.

http://www.siditalia.it/Documenti/Documento%20AMD-SID%20influenza%20H1%20N1%20DM%20def.pdf
http://www.progettodiabete.org/news/2009/n2009_050.html

… che ribadisce ulteriormente la il discorso, e aggiunge che il diabete non è un fattore di rischio per contrarre l’influenza, ma ammalarsi porta ad un generale indebolimento che, unito a complicanze o altri fattori, può costituire un rischio per la salute. Il caso del diabetico morto a Napoli è uno di questi (vedi anche http://www.ministerosalute.it/imgs/C_17_comunicati_2426_testo.rtf ).

Vengono anche dati un pò di consigli utili su come affrontare la situazione.

La vaccinazione è sempre facoltativa, anche se consigliata ai diabetici – come accade per le altre influenze stagionali. Per quest’ultime è prevista una vaccinazione specifica che per motivi pratici viene fatta assieme a quella per l’H1N1.

Riassunto breve:  Tranquilli, è come gli anni passati!

Annunci
  1. 2 novembre 2009 alle 22:01

    Ma… voi che fate con la vaccinazione dell’H1N1? Io a volte penso di farla, a volte mi dico che è meglio di no (per vari motivi)…

  2. 3 novembre 2009 alle 14:40

    Ciao Ilaria,

    personalmente non ho mai fatto vaccinazione per qualunque influenza, più che altro per pigrizia… Finora che mi è andata bene, non ho mai avuto grossi problemi se non qualche episodio con febbre lieve. Roba da aspirina e via.

    Se avessi qualche complicanza respiratoria o cardiaca, probabilmente la farei o comunque ne parlerei col medico.

    Questa storia dell’H1N1 mi dà l’impressione di una grossa bolla di sapone..

    Tu come mai non sei convinta?

  3. Ilaria
    4 novembre 2009 alle 10:23

    Ciao Tamtam. Mi spiego meglio. Sono tanti anni che faccio il vaccino per la “normale” influenza (sono diabetica, tutto qui). Anche secondo me l’influenza A è più che altro un fenomeno mediatico, ma per coerenza dovrei fare il vaccino anche per questa, no? Invece personalmente penso che tale vaccino sia stato messo a punto in troppo poco tempo, e successivamente ho letto che in due dei tre vaccini per l’influenza A (le ditte farmaceutiche che lo producono sono diverse) vengono utilizzati due componenti non proprio positivissimi (mercurio e un altro di cui non ricordo il nome, ma che ha provocato malformazioni in figli nati dopo l’esposizione del genitore). Pensa a una cosa: la Lantus per i primi anni non l’hanno somministrata alle diabetiche in gravidanza o in cerca di prole perché, giustamente, non esistevano esperienze pregresse che valutassero eventuali effetti collaterali. Oltretutto, tantissimi operatori sanitari hanno scelto di non farsi vaccinare, BOH!
    Io sono in programmazione di gravidanza e oltretutto viaggio per lunghi tratti con i mezzi pubblici… Da un lato mi dico che quindi sarebbe meglio farlo, ma dall’altro non vorrei che, alla lunga, questo si tramutasse in un errore. Le informazioni in merito sono varie e anche contrapposte, sempre per il fatto che molti ci stanno speculando sopra.

  4. cristina
    4 novembre 2009 alle 21:33

    ciao a tutti,ho fatto fare a mio figlio di 14 anni,il vaccino per la “normale” influenza;per adesso lascio in sospeso l’altra finche la diabetologa non mi da’ il consenso.Secondo i medici,per questo vaccino’sono stste saltate molte fasi;io e mio marito siamo infermieri ma vi assicuro che non la facciamo:ne’ questa,ne’ l’altra. A mio figlio l’ho fatta solo su consiglio medico.

  5. Ilaria
    5 novembre 2009 alle 09:19

    Grazie Cristina. Per la “normale” influenza lo farò come al solito (sempre che riesca ad andare dal medico in questi giorni e che lui me la possa fare subito, perché questo qui che ho ora mi sembra un tipo dell'”Ufficio Complicazione Affari Semplici”!); per quanto riguarda l’altra, mi stai confermando le titubanze!!! 😉

  6. cristina
    9 novembre 2009 alle 17:00

    ciao,oggi la diabetologa mi ha chiamato,avvisandomi che sono a disposizione i vaccini per l’influenza A,non e’ obbligatoria,ma visto l’eta’ e la patologia di mio figlio,me l’ha consigliato.Ok,ho deciso,la fara’. Informatevi anche voi.

  7. cristina
    17 novembre 2009 alle 19:09

    niente vaccino x mio figlio;ieri sera mi hanno chiamato per dirmi che non si fara’ ai diabetici autoimmuni…NESSUNO COMMENTA?

  8. 18 novembre 2009 alle 12:12

    Che vuol dire “diabetici autoimmuni”? Il tipo 1? Proprio ieri sono stata dal dottore e c’era un cartello che citava “pazienti dai 6 mesi [mi pare] in su con malattie croniche”… Parlo dell’ASL 8 di Torino ((provincia). io oggi telefono per sapere se mi danno un appuntamento perché, alla fin fine, mi hanno convinto a farlo :p Vi faccio sapere!

  9. cristina
    18 novembre 2009 alle 13:22

    si,ilaria,di tipo 1..scusa. Cosi’ mi hanno detto…ciao

  10. 18 novembre 2009 alle 14:11

    Ma non è che non hanno abbastanza vaccini per tutti, e stanno cercando di ridurre in qualche modo la cerchia degli aventi diritto?
    Posso sapere che ASL è? Ciao!

  11. 19 novembre 2009 alle 12:12

    Vi posto un link del Ministero della Sanità. Alla domanda n° 7 c’è l’elenco dei soggetti vaccinabili, e si parla di “diabete mellito”. Quindi secondo me il fatto che la tua ASL non vaccini i diabetici autoimmuni/di tipo1 sarebbe da segnalare al ministero stesso. Ecco il link: http://www.ministerosalute.it/faqGenerale/faqGenerale.jsp?id=131&area=influenzaA&paginaprovenienza=null&numeroFaq=7#7

  12. 19 novembre 2009 alle 12:18

    Dimenticavo! La risposta alla domanda 21 parla di malattie autoimmuni, ma:
    1. in questo caso direi che i diabetici non sono da includere;
    2. se anche fosse, è lo specialista che deve decidere (il diabetologo), e credo proprio che i diabetologi NON si opporrebbero;
    3. se anche fosse, e se anche il diabetologo si opponesse (ma all’inizio non ti aveva invitato alla vaccinazione…?), avrebbero dovuto proporti la vaccinazione dei familiari ecc.
    (come dice la risposta 21).

  13. 19 novembre 2009 alle 13:05

    Ciao Ilaria,

    grazie per le segnalazioni :).
    Volevo fare giusto una osservazione… La vaccinazione non è obbligatoria nè “decisa” dal medico.

    Il medico – diabetologo in questo caso – ti dà un parere, che non è vincolante. La decisione di vaccinarsi o meno è comunque personale o di chi ha la tutela (tipo genitori per far vaccinare i figli).

    Segnalo anche questo articolo interessante di Sunt.it:
    http://www.sunt.it/diabete/2009/11/08/influenza-pandemica-a-h1n1-e-diabete-vaccino-si-vaccino-no/

  14. 19 novembre 2009 alle 13:14

    Concordo con ciò che dici!

  15. cristina
    19 novembre 2009 alle 13:36

    ciao,effettivamente la dott.ssa non mi ha vietato di farla,ma dopo una nuova normativa che gli e’ arrivata,si sono consultati e hanno solo consigliato di non farla.Cmq ,io lavoro nell’ambiente e sinceramente nessuno la consiglia ,ne’ la vuole fare.ASL N.2 ISONTINA.Tu la fai?

  16. cristina
    19 novembre 2009 alle 13:46

    cara ilaria,l’esordio del diabete di mio figlio,risale a febbraio…ci sono ancora tante cose che non so’,che non capisco…Io,come mamma,non mi sono ancora rassegnata a questo;mio figlio e’ molto piu’ in gamba di me;ma di tutto questo non ci pensa…lui pensa al calcio,alle ragazze,allo scooter e a fare la sua vita il piu’ normale possibile…

  17. 19 novembre 2009 alle 14:49

    Ormai credo che la farò. Ho parlato con mia sorella, che di scienza ne capisce parecchio. Ha detto che gli allarmismi sono ingiustificati e mi ha spiegato un sacco di cose.
    Anche il mio diabete ha esordito a Febbraio! …ma del 1982! 🙂 Sono poche le cose necessarie all’inizio. Tutto il resto si impara col tempo: leggendo, navigando su internet (e selezionando i siti che si consultano!), scambiadosi opinioni fra diabetici, consultandosi con il diabetologo,… Ma soprattutto: diventando i migliori medici di se stessi!!! Gran parte del lavoro sta nell’esperienza quotidiana! E dagli errori (perché gli errori si fanno) si cerca di imparare cosicché, la prossima volta che ci si trova in una situazione analoga, si sa come correggere il tiro 🙂 Per quanto sia difficile per un giovane accettare il diabete, la cosa importante è trovare, pian piano, il giusto equilibrio fra la “condizione di diabetico” e il mondo che ci circonda e al quale di solito vogliamo mostrare di essere “non diabetici”. Rifiutare completamente il diabete col tempo è rovinoso, mentre trovare un giusto equilibrio ci porterà lunga vita di salute (ad esempio, io dopo quasi 28 anni da diabetica non ho complicanze!) e allontanerà i momenti di sconforto. Si può guidare, avere figli, fare carriera, essere invidiati all’università e tutto il resto 🙂 La vita, insomma, può essere come quella di ogni altro. La differenza, forse, sta nel fatto che noi giovani diabetici impariamo a essere più riflessivi e maturi dei nostri coetanei 😉 E mi dici niente!!! 😀

  18. cristina
    19 novembre 2009 alle 15:00

    cara ilaria,sei una GRANDE.Ho piena fiducia in mio figlio e conoscendolo bene,so’ che diventera’,anche se nel suo piccolo lo e’ gia’,un GRANDE come te…
    Proprio ieri sera e’ andato in ipo dopo la lantus,tutto perche’ ha sottovalutato la glicemia;sicuramente,come hai detto tu,la prossima volta sapra’ correggere il tiro.:)

  19. 20 novembre 2009 alle 19:02

    WOW, che complimento!!! 🙂 E’ solo esperienza 🙂
    Comunque, per tornare al tema del blog… vi incollo il link della Novartis (che, peraltro, sponsorizza il diabete!) sul vaccino:
    http://www.novartisvaccines.com/products-diseases/influenza-products/H1N1_information.shtml
    Cliccando qua e là a partire da questo sito, c’è proprio tutto ciò che è dato di sapere sul vaccino anti-H1N1. Ma vi avverto che solo in parte le informazioni sono anche in italiano.
    A presto!

  20. 20 novembre 2009 alle 19:18

    UH! Guardate cosa ho trovato! La già citata circolare di novembre del Ministero della Salute! 🙂 http://www.normativasanitaria.it/normsan-pdf/0000/30846_1.pdf
    Anche dopo averla letta, continuo però a credere che non stessero pensando ai diabetici di tipo 1 quando hanno scritto “pazienti affetti da patologie autoimmuni”… non avrebbe molto senso…

  21. cristina
    21 novembre 2009 alle 18:03

    grazie ilaria,delle informazioni.Cmq ho deciso di non fargliela.Siccome sono infermiera,ho molte conoscenze mediche,e tutte lo sconsigliano. Va beh…spero che vada tutto ok.

  22. 13 ottobre 2017 alle 17:27

    Thanks for a marvelous posting! I definitely enjoyed reading it, you are
    a great author.I will make sure to bookmark your blog and will come back someday.
    I want to encourage continue your great posts,
    have a nice afternoon!

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: