Home > Diario > Svolte

Svolte

decisioniMartedì, Ore 11: In pausa, parlo con Claudio, amico & collega.
“Cla, che mi racconti di bello?”
(con il suo solito accento romano) Ahò, chettedevodì, le solite cose… Documenti,  riunioni, a gennaio me ne vado due anni in Olanda..”
Tonfo di mascella a terra. “Eeeeh!?” – Segue sequela infinita di domande

Morale della favola:  lascia moglie e figlia a Torino e si fa trasferire due anni in Olanda.  Anvedi…

Ore 19:30, sempre Martedì. Se’ mi chiama e mi fa:
“Pacco, controlla la mail!”
Io, che in questi giorni non ho avuto tempo nemmeno di respirare “Che c’è?”
“Volevo organizzare una serata in pizzeria…”
Ah, ok.  Solita uscita.
“…anche perchè Ale se ne va in Cile”
Mascella a terra.  E due. “Eeeeh!?” – Segue stessa sequenza di domande del mattino

Morale della favola:  Ale lascia lavoro & famiglia e va dalla neoragazza cilena senza dire un cazzo se non 5 giorni prima di partire…

Uaz. Doppia partenza in un solo giorno… Deve essere un nuovo tipo di influenza aviaria!
Ma la cosa che mi colpisce di più, a parte il dispiacere per persone che comunque sai che non rivedrai per molto tempo, è che mi ritrovo anche ad invidiarli. Perchè per fare ste scelte ci vuole coraggio. Molli tutto quello che hai, brutto quanto vuoi ma sicuro, e ti fiondi in una nuovo ambiente con tutte le difficoltà annesse & connesse.

Io avrei fatto la stessa cosa? Si, probabilmente.  Ma anche no, probabilmente.  Boh, non lo so (sempre probabilmente).

Categorie:Diario Tag:, , ,
  1. Simona
    2 novembre 2009 alle 17:18

    è che mi ritrovo anche ad invidiarli. Perchè per fare ste scelte ci vuole coraggio. Molli tutto quello che hai, brutto quanto vuoi ma sicuro,

    Coraggio?Invidia? Per fuggire? il coraggio ci vuole a rimanere qui e smazzarti tutto soprattutto il brutto.

    Ale lascia lavoro & famiglia e va dalla neoragazza cilena senza dire un cazzo se non 5 giorni prima di partire…
    senza dire un cazzo….
    tu parli di coraggio eh?!?!?

  2. 3 novembre 2009 alle 14:25

    Humm probabilmente mi sono espresso male (sti giorni ho poco tempo per il blog e scrivo di fretta)… uno va a lavorare in Olanda per mantenere la famiglia (che però rimane qua in Italia), l’altro lascia casa dei genitori per farsi una vita in Cile con la persona a cui vuole bene.

    … E tu, che avresti fatto? ^_^

  3. Simona
    6 novembre 2009 alle 16:22

    Ciao, scusa il ritardo della risposta..ma sono stata attaccata da un’influenza micidiale..
    Si, in effetti se non ci sono di mezzo mogli e figli si può fare…andrei via subito anch’io!
    Baci
    LaSimo

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: