Home > Diario > Il baratto

Il baratto

baratto, scambioOk, ho firmato, dal primo dicembre cambio datore di lavoro.

E’ stata una cosa proposta all’ultimo, di fretta,  ma la aspettavo da un pò… Sono ormai 5 anni che lavoro lì, mi conoscono e di fatto farò lo stesso lavoro che facevo prima, non cambio nemmeno ufficio. Cambio semplicemente “padrone”. Prima ero personale esterno, adesso farò parte integrante dei dipendenti. Tutto come prima, o quasi.

Innanzitutto rinuncio alla flessibilità negli orari. Entrare tardi al mattino e recuperare il pomeriggio mi piaceva parecchio, ma stava diventando una brutta abitudine. E’ già da un pò che faccio fatica ad addormentarmi ed il fatto di poter entrare più tardi stava diventando una bella scusa per rimanere alzato la notte. Il mattino spesso saltavo la colazione – cosa che diabeticamente parlando non è il massimo, per fortuna la lantus aiuta.  Adesso potrò farlo uguale, ma dovrò compilare una marea di carte e permessi e la cosa dovrebbe frenarmi.

Per un pò rinuncio ai trasferimenti. Anche se la voro in una multinazionale con sedi un pò dappertutto, mi hanno esplicitamente detto che dovrò stare a Torino per almeno qualche anno ancora. Il progetto di tornare vicino casa è per il momento rimandato..

Da un punto di vista retributivo, qualcosa ci ho guadagnato ma poca roba. Fosse stato solo per i soldi, non ne sarebbe valsa la pena. Avendomi preso per 5 anni come personale esterno, sapevano esattamente quanto venivo pagato e non ho potuto fare leva sull’argomento. Almeno mi pagano il mancato preavviso. Per il resto, avrò accesso a formazione, un pc portatile per lavoro come si deve, e qualche semplificazione sulle scartoffie… o almeno è quello che spero.

Facendo i conti, il baratto sembra lievemente a favore per il cambiamento. Non come avrei sperato, ma pur sempre un passo avanti. Almeno, se il progetto in cui lavoro ora verrà cancellato (cosa probabile visto l’andazzo), non dovrò cambiare lavoro. Però dopo 5 anni lì da esterno ho capito come trattano le persone, francamente mi ero un pò stancato e mi stavo già guardando attorno.

Spero che le cose cambino un pò, ora che sono ufficialmente un dipendente. Il fatto che mi abbiano dato comunque 2 mesi di prova e non mi abbiano invitato alla festa dei neoassunti fa comunque capire quanto ci tengano al sottoscritto. D’altro canto una cosa a cui dò loro atto è il non aver mai fatto problemi per il diabete.

Insomma, si vedrà. Io intanto segno tutto.

Categorie:Diario Tag:,
  1. Ilaria
    13 dicembre 2009 alle 16:57

    Hai visto che è andato tutto beneeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!! :))) Che ti dicevo??!!! 😀 Il 31° anno è iniziato bene!
    Ciau!

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: