Home > diabete, Diario > Buona Pasqua

Buona Pasqua

image Non sono mai stato in ottimi rapporti con il Creatore, da quando sono diabetico.

Anzi se ne avrò l’occasione (*sgrat sgrat*) gli chiederò spiegazioni su perchè e percome, e gli farò i complimenti per la fantasia che ha nell’inventarsi malattie sempre nuove.

Volevo però dedicare, in occasione della Pasqua, un pensiero a chi ogni giorno si fa in 4 combattendo questa strana malattia. Una malattia che è una continua lotta, di cui comprendiamo poco ma che loro affrontano in ogni caso.

Diabetici e non, ricercatori, medici e soprattutto genitori.

A loro, tanti auguri di Buona Pasqua.

Ho trovato una bella presentazione nel sito di un’associazione di bergamo, dategli un’occhiata.

http://www.noidiabetici.it/

Advertisements
Categorie:diabete, Diario Tag:, ,
  1. luke
    26 aprile 2010 alle 21:59

    E’ vero!!!! Sono diabetico anch’io e oltre che avercela con quello che tu dici sono anche antiinterista che secondo me per quello là, è l’unica soddisfazione per essere vincente sulla terra, dopo pani e pesci ora ci sono scudetti di cartone e coppe manovrate dall’alto, ma intanto quando muore silvio gli porterà via anche quel posto e i diabetici, gli italiani e il Milan torneranno grandi.

  2. dolly
    27 aprile 2010 alle 22:37

    fra le cause,ancora ignote,del diabete di tipo 1, il padre eterno non lo considero certo la causa principale … piuttosto continuo a chiedermi dopo oltre 30 anni di diabete mio, e 2000 e più anni da quando è stato scoperto,come mai non si sia ancora trovata la causa e quindi la cura definitiva.
    Voi tutti che leggete ve lo siete mai chiesti??
    che sia forse il DIO denaro venerato in questo caso da tutte quelle aziende che grazie al diabete sono diventate multimultinazionali a muovere i fili della mancata cura definitiva???

  3. 28 aprile 2010 alle 12:19

    Credo poco alla tesi del complotto multinazionale contro la ricerca sul diabete.

    Se una multinazionale avesse la cura definitiva, potrebbe farla pagare più di quanto ricava adesso da un diabetico in due vite (quanto sareste disposti a pagare per liberarvi definitivamente dal diabete??), quindi ha tutto l’interesse di investirci soldi.

    Come mai la ricerca è lenta? Io mi dò spiegazioni un pò più semplici.

    Primo, è meno di un secolo che esistono dati scientifici su cui lavorare. Negli anni venti è stata scoperta l’insulina ma i primi censimenti sono del dopoguerra con le visite di leva.
    Secondo, i medici non sanno dove andare a sbattere la testa. Le cause “sospette” sono tante e si va un pò a casaccio nella speranza di imbroccarci, disperdendo le risorse.
    Terzo, i tempi della ricerca sono enormi. Ci hanno messo 15 anni per realizzare e distribuire dei microinfusori affidabili, 4 anni per testare la lantus (con polemiche annesse perchè non sono stati studiati gli effetti a lungo termine).

    A questo aggiungi l’impossibilità di fare ricerche sulle staminali embrionali, fortemente voluta dalla chiesa, che in Italia fa perdere anni ed anni di ricerca.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: